Festival

Wednesday, 06 November 2019 09:23

Trieste Science Fiction Festival 2019: tutti i vincitori della 19°edizione

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Si è conclusa domenica 3 novembre la 19° edizione del Trieste Science+Fiction Festival 2019, la principale kermesse italiana dedicata alla fantascienza: tutti i premi assegnati nelle varie categorie. 

Il Premio Asteroide elegge il miglior film di fantascienza, horror e fantasy riservato alle opere prime, seconde o terze di registi emergenti, raggruppate nella sezione Neon | Competition del festival. Il premio è stato assegnato da una giuria internazionale composta da Brian Yuzna, produttore e regista, da Evrim Ersoy, giornalista e direttore creativo del Fantastic Fest di Austin in Texas, e dal documentarista Alexandre O. Philippe.

Vincitore Premio Asteroide TS+FF2019

“Aniara” di Pella Kågerman, Hugo Lilja (Svezia, 2018)

Motivazione

“Aniara” è un vero film science+fiction con un forte messaggio ambientalista ed esistenzialista. La Giuria ha particolarmente apprezzato il personaggio di Mima (vedere il film per credere!).

Un epico e angosciante racconto di un futuro non troppo lontano. Aniara è una delle molte astronavi usate per trasportare la popolazione terrestre in fuga verso la sua nuova casa: Marte. Ma mentre sta lasciando una Terra desolata, si scontra con dei detriti spaziali e finisce fuori rotta. I passeggeri realizzano lentamente che non riusciranno più a tornare indietro. 

Premio Méliès d’argent - Lungometraggi

Il concorso è organizzato in collaborazione con la Méliès International Festivals Federation (MIFF) ed è riservato ai lungometraggi di genere fantastico di produzione europea. Il premio vale come nomination per partecipare all’annuale concorso per il Premio Méliès d’or. La Giuria 2019 del premio Méliès d'argent è formata da Fabio Frizzi, compositore e direttore d’orchestra, da Lorenzo Ferrari Ardicini, Ceo di CG Entertainment e presidente di Univideo, e da Thierry Phlips, giornalista e presidente del Razor Reel Flanders Film Festival di Bruges.

Vincitore Premio Méliès d’argent - Lungometraggi TS+FF2019

“Extra Ordinary” di Mike Ahern, Enda Loughman (Irlanda, Belgio, 2019)

Motivazione

Una deliziosa ghost story che deve molto all’ottimo cast, alla sceneggiatura e alla regia. Una storia universale che rimane ancorata alla cultura e al folklore europeo e irlandese. Alla fine, una storia classica rivista con un ritmo e stile attuali.

La dolcissima e solitaria Rose, istruttrice di guida nell’Irlanda rurale, deve usare i suoi poteri soprannaturali per salvare la figlia di Martin (pure lui solitario e dolcissimo) da una rock star in declino che fa un patto col demonio per rilanciarsi... e poi tornarsene a casa in tempo per uno spuntino. Una brillante commedia, che è già un cult nei festival del globo.

Menzione speciale 

Menzione speciale a Marta Król, attrice protagonista di “I am REN”, per l’incredibile talento mostrato nel riuscire a creare empatia con il pubblico sin dall’inizio del film e consegnarci con una forza straordinaria il messaggio dell’opera.

Renata, suo marito Jan e il loro figlio adottivo Kamil conducono una vita apparentemente felice. Finché Renata non si presenta come REN, una androide che ha avuto un grave malfunzionamento. Il regista polacco-norvegese Piotr Ryczko adatta il suo omonimo romanzo per presentarci la storia di una moglie, madre e… robot. 

Premio Méliès d’argent - Cortometraggi 

Il concorso è organizzato in collaborazione con la Méliès International Festivals Federation (MIFF) ed è riservato ai cortometraggi di genere fantastico di produzione europea. Il premio è assegnato al cortometraggio che riceve il maggior numero di voti dal pubblico in sala e vale anche come nomination per partecipare all’annuale concorso per il Premio Méliès d’or.

Vincitore Premio Méliès d’argent - Cortometraggi TS+FF2019

"This Time Away" di Magali Barbé (UK, 2019)

Nigel è un anziano che vive isolato, perseguitato dal suo passato e dai ricordi della famiglia che un tempo aveva... fino all’arrivo di un visitatore inatteso che stravolge la sua solitaria routine.

Premio Wonderland Rai4

Rai4, media partner di Trieste Science+Fiction Festival 2019, assegna il Premio Wonderland Rai4 al miglior film della selezione ufficiale Neon.

“After Midnight” di Jeremy Gardner, Christian Stella (Usa, 2019)

Motivazione

Per aver realizzato con elegante ironia, un’intelligente metafora della crisi sentimentale di una giovane coppia, nella quale il raffinato intreccio narrativo conduce il protagonista maschile nel labirinto di un’angosciosa solitudine e l’esperienza della paura diventa mostruosa e spiazzante.

Sono 10 anni che Hank vive un’idilliaca storia d’amore con Abby. Una mattina si sveglia e la casa è vuota. Peggio ancora, la scomparsa di Abby sembra aver provocato l’arrivo di una feroce creatura che la notte striscia fuori dal boschetto davanti casa. Aaron Moorhead e Justin Benson, già a Trieste con Resolution e The Endless, producono il film-rivelazione del Tribeca.

Stars’ War - Premio della Critica Web

Decretano la miglior opera prima dell’edizione 2019 del Festival nove testate online presenti al Festival: BadTaste, Blow Out, Cineblog, CineClandestino, CineLapsus, Cinematographe, Quinlan, Sentieri Selvaggi e Taxi Drivers.

“Extra Ordinary” di Mike Ahern, Enda Loughman (Irlanda, Belgio, 2019)

Premio Nocturno Nuove Visioni

Riconoscimento assegnato ad un’opera significativa e originale per l’evoluzione del cinema di genere da Nocturno, la principale rivista italiana dedicata al cinema di genere.

“Extra Ordinary” di Mike Ahern, Enda Loughman (Irlanda, Belgio, 2019)

Motivazione

Per una ventata di aria fresca in un genere spesso vittima di ripetizioni e cliché. Per un equilibrio quasi miracoloso tra momenti di grande tensione soprannaturale e risate a crepapelle, il nostro premio non può che parlare irlandese quest’anno!

Premio CineLab Spazio Corto 

Il premio è organizzato in collaborazione con il DAMS (Discipline delle arti della musica e dello spettacolo), Corso di studi interateneo Università degli Studi di Udine e Università degli Studi di Trieste, ed è riservato al miglior cortometraggio italiano presentato nella sezione Spazio Italia | Spazio Corto. Il premio viene assegnato da una giuria composta da studenti. La giuria 2019 è composta da Leandro Urbani, Edoardo Vidiz, Riccardo Tonon, Ajad Noor e Luciano Ranaldi.

“N” di Iacopo Di Girolamo (Italia, UK, 2019)

Motivazione

Riesce ad applicare la filosofia di Stanislaw Lem a una forma espressionista, non entrando in contraddizione con essa, né ottenendo un risultato parodico, ma rimediandone temi e stile, per creare un’opera originale. Notevole la costruzione della colonna sonora in funzione del montaggio.

Un incubo espressionista nel quale un inventore e il suo collega testano "Automaton”, una macchina in grado di creare cose dal niente. La macchina funziona perfettamente fintanto che gli oggetti prodotti iniziano con la lettera “N”... in tedesco. Il risultato dei test sarà prevedibilmente catastrofico.

Premio del pubblico

Il concorso è riservato ai lungometraggi di finzione presenti in tutte le sezioni, esclusi i classici. Il premio è assegnato al film che riceve il maggior numero di voti dal pubblico in sala.

“Extra Ordinary” di Mike Ahern, Enda Loughman (Irlanda, Belgio, 2019)

Premio Asteroide alla Carriera

Il premio alla carriera del Trieste Science+Fiction Festival viene conferito dal 2002 ai grandi maestri che hanno operato nell'ambito del fantastico. 

Phil Tippett, due volte premio Oscar, maestro degli effetti speciali.

Read 561 times Last modified on Wednesday, 06 November 2019 09:37

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE DI CINETVLANDIA

I più letti di Festival

  • Efebo d'Oro 2020, la 42°edizione dal 29 novembre al 5 dicembre in streaming: tutti i dettagli della kermesse tra cinema e letteratura
  • MedFilm Festival 2020: tutti i premi assegnati alla 26°edizione dedicati a Valentina Pedicini
  • River to River Florence Indian Film Festival 2020 dal 3 al 8 dicembre: tutte le novità della 20°edizione
  • RIFF - Rome Independent Film Festival 2020 in streaming dal 26 novembre al 4 dicembre

La 42°edizione dell'Efebo d'Oro 2020, Premio Internazionale di Cinema e Narrativa, nato per sottolineare gli intensi rapporti di scambio tra cinema e letteratura e che nel corso degli anni è divenuto un vero e proprio festival di cinema e scrittura, si svolgerà online in streaming dal 29 novembre al 5 dicembre 2020: tutti i dettagli della nuova kermesse cinematografica e letteraria.

Read More

Si è concluso, Sabato 21 novembre, la 26° edizione del MedFilm Festival 2020: tutti i premi assegnati nelle varie categorie.

Read More

Compie 20 anni il River to River Florence Indian Film Festival 2020, unico festival in Italia che racconta il volto dell’India, tra passato, presente e futuro: la 20°edizione si svolgerà dal 3 all'8 dicembre, per la prima volta online in streaming attraverso una sala virtuale. Ecco qui di seguito le prime informazioni sulla kermesse cinematografica.

Read More

Il RIFF, Rome Independent Film Festival 2020 si rinnova e va online e permetterà al pubblico di seguirlo comodamente da casa dal 26 novembre al 4 dicembre in streaming con le oltre 85 opere in assoluta anteprima italiana, insieme a panel, masterclass e incontri con gli autori in esclusiva. Tutti i dettagli della nuova edizione.

Read More
Real time web analytics, Heat map tracking