Festival

Monday, 15 July 2019 09:38

Locarno Film Festival 2019: la retrospettiva Black Light sul cinema nero del secolo scorso

Written by 
Rate this item
(0 votes)

La Retrospettiva Black Light presenterà al GranRex un’inedita panoramica del cinema nero del 20°secolo: i film della retrospettiva in programmazione alla prossima edizione del Locarno Film Festival 2019.

Piazza Grande omaggerà la Retrospettiva dedicando il Prefestival di martedì 6 agosto al film di Spike Lee Do the Right Thing (1989), presentandolo al pubblico della Piazza Grande nella prestigiosa copia restaurata in occasione dei 30 anni del film. Strutturata come un'indagine focalizzata su lungometraggi del ventesimo secolo, la Retrospettiva Black Light curata da Greg de Cuir Jr., presenterà autori di culto, Race movies degli anni '20 e '30, film pionieristici, pellicole emblematiche della Blaxploitation degli anni ‘70 e autori che hanno interpretato e rappresentato la loro epoca politica. L’obiettivo principale di questa selezione è quello di oltrepassare il concetto di Black, inteso come identità sociale, e indagare l’immaginario dei registi che hanno reinterpretato la questione storica e politica in diverse epoche e in diversi luoghi, esplorando così anche la sfida di essere neri al di fuori di un contesto e di una società africana. La panoramica Black Light si concentra sul cinema di colore proveniente dalle Americhe e dall'Europa, interpretato da autori di etnie e vissuti differenti, background essenziale con cui dare forma alla propria visione.

Greg de Cuir Jr., curatore della Retrospettiva Black Light: "Black Light traccia un panorama storico del cinema nero internazionale e mette in dialogo registi di diversa provenienza che hanno realizzato opere chiave sulle culture e sui popoli di origine africana, i quali hanno identità ed esperienze molto diverse ma sono legati da profonde connessioni. Il tema d’interesse di questo lavoro è che cosa è successo ai figli d’Africa dopo essere stati allontanati dalle loro terre e costretti a sopravvivere in vari contesti attraverso i secoli; come si è riflesso questo passaggio e come è stato visualizzato dalle culture dell'immagine in movimento. Un approccio archivistico volto a rianimare il passato allo scopo di presentare una più completa comprensione del cinema nero che esiste oggi. Nella Retrospettiva troviamo infatti classici di autori leggendari, opere d'avanguardia di artisti cinematografici, generi e mix di generi di vario tipo, perché non esiste una sola concezione di cinema nero, o una sola concezione di Black.”

Lili Hinstin, Direttrice artistica del Locarno Film Festival: “Ho proposto a Greg de Cuir, il cui lavoro di programmatore curatore e autore sul cinema nero americano mi aveva molto colpito, questo progetto di Retrospettiva che inizialmente avevo intitolato Being Black con l'intento di andare oltre il movimento #MeToo ed esplorare la rappresentazione della minoranza attraverso la questione nera. All’interno di un movimento dialettico vivace ed emozionante, Greg ha trasformato la domanda che gli avevo posto in origine e l'ha elevata ad una questione estetica di portata universale. Sono molto orgogliosa di presentare questo lavoro innovativo per la mia prima edizione e di condividere con il pubblico del Festival questi film il cui corpus ripensa la storia del cinema.”

I grandi registi neri non dovrebbero essere paragonati solo ad altri registi neri, ma anche a notevoli registi di tutte le etnie e nazionalità. L'essenziale è assicurarsi che non siano suddivisi in ghetti estetici o culturali. Black Light porta sullo schermo e propone una contro-storia, mettendo in luce opere meno note e spesso omesse dal canone occidentale.

La Retrospettiva curata da Greg de Cuir Jr. sarà presentata in collaborazione con la Cinémathèque suisse. Il progetto vede inoltre coinvolte prestigiose e nuove istituzioni svizzere e internazionali che assicureranno una circuitazione che farà viaggiare la Retrospettiva fino al 2020. Fra le istituzioni già confermate: Cinémathèque suisse, Cinema REX Bern, Filmpodium Zürich, l’EYE Filmmuseum ad Amsterdam, Arsenal di Berlino e Cineteca Madrid.

La 72°edizione del Locarno Film Festival si terrà dal 7 al 17 agosto 2019.

Read 95 times Last modified on Monday, 15 July 2019 09:48

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE DI CINETVLANDIA

I più letti di Festival

  • Oniros Film Awards 2019: fotogallery con i vincitori di luglio
  • Fatih Akin riceverà l'Efebo d'Oro alla carriera alla 41°edizione del Premio Internazionale di Cinema e Narrativa 2019 a Palermo
  • Festival Venezia 2019: 2 film italiani sugli anni'60 alle Giornate degli autori
  • Locarno Film Festival 2019: Pardo d'oro a Vitalina Varela, tutti i vincitori della 72°edizione

Oniros Film Awards 2019 ha annunciato i vincitori del mese di luglio, riconoscimento alle vari maestranze che lavorano nel mondo del cinema, a livello nazionale e internazionale: fotogallery con tutti i premiati.

Read More

Sarà il regista Fatih Akin a ricevere il Premio Efebo d'Oro alla carriera alla 41°edizione del Premio Internazionale di Cinema e Narrativa 2019 che si terrà a Palermo dal 13 al 19 ottobre (Cinema De Seta, Cantieri Culturali alla Zisa).

Read More

C’erano una volta gli anni ’60 e le Giornate degli Autori, alla 76°edizione del Festival di Venezia 2019, li ricordano con due nuovi film italiani che proprio da quella decade prendono spunto.

Read More

Si è conclusa sabato la 72°edizione del Locarno Film Festival 2019, la prima sotto la direzione artistica di Lili Hinstin: ecco tutti i premi assegnati nelle varie categorie.

Read More
Real time web analytics, Heat map tracking