Digitale terrestre

Monday, 07 July 2014 20:45

Il padrino trilogia e altri film per il ciclo "Gold" su Premium Cinema a luglio Featured

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Continua anhe per il mese di luglio il ciclo Gold su Premium Cinema, canale tematico del digitale terrestre di Mediaset Premium: da segnalare l'imperdibile saga capolavoro de Il Padrino firmata da Francis ford Coppola. Ecco qui di seguito l'intera programmazione.

Cinetvlandia è anche su Facebook e Twitter.

MER  9 luglio, THE TERMINAL di Steven Spielberg, con Tom Hanks, Catherine Zeta-Jones, Stanley Tucci, Diego Luna, Zoe Saldana.

Viktor Navorski è un turista dell'Europa dell'Est a New York. Mentre è in volo per l'America, il suo paese viene colpito da un colpo di Stato. Bloccato all'aeroporto Kennedy con un passaporto senza più valore, Viktor è costretto a rimanere nel terminal di transito dei voli internazionali fin tanto che la guerra nella sua patria non sia finita. Mentre le settimane diventano mesi, Viktor scopre come il micro universo del terminal sia un ricco e complesso mondo di assurdità, generosità, ambizione, divertimento, ceti sociali e perfino romanticismo...

Protagonista un Tom Hanks in stato di grazia, in grado senza vanità ed orpelli a reggere la scena e l'intera durata del film.

A seguire C’E’ POST@ PER TE di Nora Ephron, con Parker Posey, Meg Ryan, Tom Hanks, Greg Kinnear, Katie Sagona.

Kathleen Kelly, solare e piena di passione, gestisce una piccola libreria per bambini. Joe Fox è il proprietario della più importante catena di bookstore di Manhattan, in grado di cancellare dal mercato tutte le librerie indipendenti nel raggio di chilometri. Kathleen e Joe sono nemici dichiarati ma un giorno, per puro caso, s'incontrano nel mondo virtuale della posta elettronica, dove navigano mantenendo l'anonimato e, sempre per caso, s'innamorano. Cosa succederà quando decideranno di incontrarsi?

MER 16 luglio, IL PADRINO di Francis Ford Coppola, Con Marlon Brando, James Caan, Al Pacino, Robert Duvall, Diane Keaton.

Quando nel 1945, Vito Corleone (Marlon Brando), capo di un clan mafioso italo-americano, subisce un attentato da parte dei Sollozzo,famiglia rivale, il figlio Michael (Al Pacino), un eroe di guerra che non si era mai interessato agli affari di famiglia, affianca suo malgrdo i fratelli Sonny e Fredo. Diventerà ben presto il capo del clan e sarà lui stesso a organizzare la ritorsione nei confronti dei rivali.

Primo capitolo di una saga che è entrata a tutti i diritti nella storia del cinema mondiale del passato e di oggi. Un autentico capolavoro di regia, sceneggiatura e prove attoriali con un cast semplicemente perfetto.

MER 23 luglio, IL PADRINO – PARTE II di Francis Ford Coppola. Con Robert De Niro, Al Pacino,John Cazale, Robert Duvall, Diane Keaton.

Unico superstite di una famiglia sterminata da Don Ciccio a Corleone, Vito Andolini, ragazzo dalla salute malferma, raggiunge gli Stati Uniti nel 1901 dove, per un errore degli ufficiali del porto, prende il nome di Vito Corleone. Cresciuto nel mezzo delle prepotenze della Mano Nera nella "Little Italy", apprende l'arte del protezionismo e della camorra. Fonda sul crimine, sul controllo delle case da gioco e della prostituzione, un impero che trasmette al figlio Michael. Questi, nel 1958, mentre celebra la festa della comunione del figlio Anthony Vito Corleone, si trova costretto a meditare sul futuro della "famiglia mafiosa". Infatti troppi sono i segni di una disgregazione: il fratello maggiore Fred lo tradisce; alcuni rami dell'organizzazione tentano la via dell'indipendenza; il Senato lo cita davanti a una commissione speciale dalla quale si salva per miracolo; Cuba, mercato lauto di corruzione, passa dalle mani di Batista a quelle di Castro; la moglie volutamente rifiuta un suo ulteriore figlio e viene cacciata. Michael Corleone è rimasto solo nella sua grande reggia.

E' uno di quei pochi casi, direi più unici che rari, nel quale il secondo episodio riesce a colpire lo spettatore ancora più del primo. Capolavoro monumentali da vedere sempre.

MER 30 luglio, IL PADRINO – PARTE III di Francis Ford Coppola, con Al Pacino, Diane Keaton, Andy Garcia, Talia Shire, Eli Wallach, Bridget Fonda, Sofia Coppola, Raf Vallone.

Nel 1979, a New York, Michael Corleone, sessantenne, ammalato di diabete, tormentato dai rimorsi e stanco di violenza, ha raggiunto la rispettabilità: venduti i casinò di Las Vegas e investito il ricavato, utilizzando i servizi della Banca vaticana, è diventato celebre per le sue opere di beneficenza, cosicché, con l'aiuto di un arcivescovo americano ottiene un'onorificenza della Santa Sede. Alla festa che segue, mentre Mary, la figlia di Michael, si innamora a prima vista del cugino Vincent Mancini che la ricambia, Kay (l'ex-moglie, sempre amata) chiede a Corleone di permettere al loro figlio Tony (che aborre gli affari del padre) di fare il cantante lirico. Pur essendo contrario, Michael cede e poi, per consiglio della devota sorella Connie, accoglie alle proprie dipendenze il nipote Vincent, figlio illegittimo del defunto Sonny, che lo mette in guardia contro il mafioso Joey Zasa. Presto Vincent si dimostra impulsivo e violento, com'era suo padre, cosicché lo zio è scontento, anche perché decisamente contrario all'appassionato amore nato fra lui e Mary, che sono primi cugini. Intanto Michael è entrato in una grossa operazione finanziaria, l'Internazionale Immobiliare, vincendo, sempre con l'aiuto del solito arcivescovo, l'ostilità di alcuni azionisti. Ma i capi delle famiglie mafiose amiche vorrebbero partecipare all'affare, cosa che Michael rifiuta, perché l'operazione è assolutamente pulita. I boss ne parlano in una riunione plenaria ad Atlantic City, nella quale Corleone, dopo essere stato minacciato da Zasa, che poi si allontana, assiste ad una terribile strage dei presenti, compiuta con l'aiuto di un elicottero, e dalla quale lo salva Vincent. Questi in seguito ucciderà Zasa, responsabile della carneficina, però Michael scopre che l'ordine era venuto dal potente boss Lucchesi, al quale obbedisce oramai anche l'anziano capo Don Altobello, che i Corleone credevano loro fidato amico. Superato a stento un grave attacco di diabete, Michael parte per assistere al debutto di Tony al teatro Massimo di Palermo, nella "Cavalleria rusticana", poi, giunto in Sicilia, si confessa al Cardinale Lamberto, di cui conosce la bontà e l'onestà. I suoi peccati sono enormi, ma riceve l'assoluzione. Poco dopo, essendo morto Paolo VI, Lamberto viene eletto papa, col nome di Giovanni Paolo I. Al debutto di Tony assistono parenti ed amici, ma Lucchesi e Altobello hanno inviato un sicario per uccidere in teatro Corleone, che Vincent e i suoi cercano di proteggere. Al termine dello spettacolo, nel quale Tony trionfa, Altobello muore nel suo palco, avvelenato da Connie, mentre, in una sparatoria, Michael è solo ferito, ma viene uccisa incidentalmente Mary, la quale stava supplicando il padre di non ostacolare il suo amore. Contemporaneamente, Lucchesi sarà assassinato in casa, mentre a Roma l'arcivescovo americano viene ammazzato, dopo che il papa, deciso a non tollerare affari disonesti, è stato trovato morto avvelenato. Michael elegge Vincent capo della famiglia Corleone, poi, stanco e avvilito, si ritira in un paesino della Sicilia, dove muore triste e solo.

Ogni appuntamento con il ciclo Gold di Premium Cinema inizierà alle ore 21:15 di ogni mercoledì del mese.

Read 2678 times Last modified on Monday, 07 July 2014 21:43

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.

ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE DI CINETVLANDIA

I più letti di DigTV

Real time web analytics, Heat map tracking